28 ottobre 2010

LA SACRA FAMIGLIA DELLA BIRMANIA

La famosa "Sacra famiglia della Birmania" ,è l'unico esempio documentato di una discendenza di quattro generazioni affette da ipertricosi lanuginosa congenita,che ebbe origine con Shwe-Maong,nato nelle Highlands del Laos nel 1796.

Alla nascita,il bambino era coperto da una lunga e fitta peluria setosa grigio-marrone,più accentuata sul volto ed in particolare sulle orecchie ed il naso,ed era anche senza denti. 

All'età di cinque anni,lo strano e piccolo Shwe-Maong fu donato dal capo locale del suo distretto al re Bagydaw,di Ava,una provincia della Birmania,che rimasto meravigliato lo adottò e da allora visse nel palazzo reale come un giullare di corte,una curiosità da mostrare agli ospiti in occasioni speciali,intrattenendo i nobili,ballando ed imitando le scimmie.

Nel 1826,una spedizione del governatore generale dell'India,guidata dal naturalista inglese John Crawfurd,visitò la corte del re di Ava.Nel resoconto pubblicato di questa missione,descrisse la presenza a corte di un'uomo peloso di 30 anni di nome Shew-Maong.

Quando Shwe-Maong compì 22 anni,il re scelse una moglie per lui tra le più belle ancelle di corte,dall'unione nacquero quattro figli,tutti di sesso femminile,di cui una soltanto nata nel 1828 e di nome Maphoon,era proprio come suo padre,coperta di peli tanto da somigliare ad un'uomo anziano con la barba.

Nel 1855,una seconda missione visitò Ava,con a capo il  capitano Henry Yule che descrisse nella sua relazione che Shwe-Maong morì assassinato a seguito di una rapina e la piccola Maphoon venne allevata come mascotte di corte.Dopo che il re Bagydaw morì, il suo successore il sovrano Theebaw continuò a tenere Maphoon al suo seguito.

Onde perpetuare la specie della sua razza,il re fu costretto ad offrire una buona dote a chi l'avesse sposata,una relazione precisa che il re Theebaw effettivamente pagò al marito di Maphoon 500 rupie al mese.

Il suo matrimonio non fu una cosa facile e semplice,anche un'uomo italiano cercò di sposarla in modo da poterla portare in un tour europeo,ma il re Theebaw lo proibì.Ma a dispetto di questo inizio poco promettente,Maphoon alla fine trovò un marito birmano,che ebbe il coraggio di avventurarsi in questa unione e dalla quale ebbero due figli:uno normale mentre il secondo di nome Moung-Phoset,era peloso come sua madre e suo nonno.

  Maphoon,Moung-Phoset e sua figlia Mah-Mé (1872)

Moung-Phoset lavorava soprattutto come falegname,tuttavia sia lui che sua madre e sua sorella percepivano un guadagno extra,esponendosi ai visitatori europei.
 
Anche il famoso circo PT Barnum,cercò di farli espatriare già nel 1871,ma il re non permise loro di lasciare il paese. 

Nel 1885,ebbe inizio la terza guerra birmana,ed il re King Theebaw fu rovesciato dagli inglesi  ed il suo palazzo di Ava bruciato ed i suoi abitanti in parte cacciati o uccisi,Moung-Phoset  in
quel  periodo aveva molti figli,tra cui una figlia di nome Mah-Mé,anche lei pelosa,ma morì giovane a 18 anni poco prima o dopo la fuga,la sua fragile madre Mahphoon era ancora viva,ma cieca ed invalida,così la  portò sulle spalle riuscendo a fuggire nella foresta. 

Un'ufficiale italiano,il capitano Paperno che aveva lavorato per il re Theebaw e che si trovava li,riuscì a nasconderli offrendosi di portarli in Europa.

                                                                 Maphoon 

Un'anno dopo iniziarono il loro tour e nell'estate del 1886 la famiglia si esibì in mostra presso la Sala Egizia,nella piazza  Piccadilly Circus di Londra,dove vennero esaminati dal dott.John Jenner Weir della "Società Entomologica" di Londra.

Maphoon,aveva ormai 68 anni,nonostante la sua cecità era una donna vivace e molto allegra,
che amava masticare noci di betel nonostante la mancanza di denti.Weir,rimase sorpreso dal loro livello di istruzione,ed osservò che l'aspetto non rendeva giustizia alla loro intelligenza.


                                                           Moung-Phoset

Dall'Inghilterra,la famiglia si trasferì a Parigi,dove apparvero a le "Folies Bergère".Nel 1888 o 1889,si recarono negli Stati Uniti,e presentati al grande pubblico come la "Sacra Famiglia pelosa della Birmania".

Moung-Phoset e sua madre Maphoon durante il loro soggiorno negli Stati Uniti

Qui,venivano mostrati al pubblico incoraggiato a toccare il loro pelo,che secondo la leggenda si diceva  fonte di buona fortuna a tutti coloro che li avrebbero toccati.

Il loro destino ultimo è incredibilmente sconosciuto.Mamma Mahphoon,morì nel febbraio del
1888 e sepolta secondo il rito tradizionale birmano nel cimitero di Washington D.C. .

Nessun commento:

Loading...