22 agosto 2010

NECROFILIA FILIPPINA 2

Aggiornamento 

Facendo seguito al primo post "NECROFILIA FILIPPINA" ,nel mese di Aprile 2010 venne finalmente arrestato in un'operazione congiunta tra le forze della polizia locale di Culianan e funzionari di Barangay Boalan e di Mercedes,il sospetto necrofilo responsabile dell'esumazione di diversi cadaveri.
 

Secondo i rapporti,il necrofilo è sospettato di aver violentato i corpi riesumati di almeno cinque donne e di una bambina all'interno del cimitero Mercedes,fu preso dopo che il custode vide il giovane a bordo di una bicicletta intorno a 9:40 del mattino entrare nel cimitero e lo seguì con discrezione,catturandolo nel flagrante tentativo di riesumare ancora una volta il cadavere di una bambina di 3 mesi,Angel Delos Santos,deceduta il 1 aprile scorso e sepolta il 5 aprile.

Il Capo Ispettore Ansary Polog comandante della stazione di polizia  di Culianan,dichiarò ai giornalisti del  Zambaonga Today ,di aver identificato il sospetto per Randy Uro Galvez di 26 anni,residente a Sitio Buenagatas.

Come già accennato,furono accertati cinque casi precedenti all'arresto del sospetto:il cadavere di Bernadette Alberto riesumato dalla sua tomba nel cimitero di Boalan il 7 Febbraio 2010,
seguito poi dalla scoperta di quello di Cristina Gioia Sanguan Rojasn di 17 anni,riesumato lo scorso 2 marzo 2010,a cui seguì quello di Clerk Terresy Toribio presso il Cimitero Nuovo di Mercedes,il caso più macabro l'ultimo il 3 Marzo 2010,fu quello dell'insegnante Edwina Saavedra Apolinario Boalan,il cui corpo fu appeso per  le gambe a testa in giù e violentato.

La madre di Winifrida Galvez,come tutte le madri cercò di difendere il figlio dichiarando che era un ritardato mentale:"Quando aveva tre anni fu morso da un cane rabbioso.Gli venne più volte iniettato il vaccino anti-rabbia nell'addome,tuttavia,man mano che cresceva notai che a volte balbettava nel parlare,sapevo che c'era qualcosa che non andava con  lui ".

Tuttavia,a distanza di circa 30 giorni dal suo arresto,il sospettato necrofilo soprannominato nel frattempo "Tomb Raider", fu trasferito nel carcere della città di Zamboanga dopo che aveva tentato di fuggire dalla stazione di polizia di Culianan. 

Secondo un comunicato della polizia,cosa più grave e preoccupante,è che iniziò a manifestare 
i classici sintomi della malattia sessualmente trasmessa,con infezione agli organi sessuali,
accompagnati da dolori allo stomaco,difficoltà ad urinare e fuoriuscita di liquido giallastro dall'organo sessuale. 

In piu' occasioni,negò tutte le accuse asserendo che vide due uomini aprire una tomba al vecchio cimitero Mercedes,che gli diedero un pugno minacciandolo se avesse riferito ciò che vedeva.!!   

Ai giudici,spetterà stabilire se l'indagato sia pazzo oppure no....

 ref:http://www.zambotoday.com

Protected by CopyrightSpot

Nessun commento:

Loading...