10 luglio 2010

UN'ASTA PARTICOLARE

Che su "eBay" si possa trovare di tutto anche l'impossibile è un dato di fatto,tuttavia,che cosa può essere ancora più bizzarro di qualcuno che cerca di vendere un cadavere su eBay?

La polizia della contea di St.Clair,a seguito di una segnalazione sequestrò presso l'abitazione di Lynn Sterling,una signora di 45 anni di Port Huron nel Michigan,i resti mummificati d'incerta provenienza,che la stessa mise in vendita sul noto portale.

La donna,riferì che ottenne i resti da un'amico che li trovò durante i lavori di demolizione in una scuola di Detroit quasi 30 anni fa,e che prima di metterli in vendita aveva chiesto consiglio ad un'avvocato.

"E' uno scheletro usato in anatomia-medica",disse al Times Herald di Port Huron "Non lo avrei mai messo su (eBay) se avessi saputo che era qualcosa di diverso o contraria alla legge".

Daniel Spitz medico patologo della contea di St.Clair,dichiarò che lo scheletro era molto vecchio,almeno di 100 anni fa,intatto e con i tessuti mummificati,molto probabilmente si trattava di un corpo donato a qualche scuola di anatomia,i resti sembravano essere quelli di un bambino,tuttavia sarebbe stato inviato presso la - Michigan State University - per ulteriori esami ed accertarne l'età,il sesso e la razza.

La portavoce del sito eBay,Catherine England disse che la vendita fu subito bloccata,perché violò la legge che vieta la vendita di resti umani:"Il sito permette la vendita di scheletri per uso medico,ma non resti mummificati".

Tuttavia,la strana mummia,incuriosì più di qualcuno tanto che attirò almeno un'offerta pari a $ 500,prima di essere rimossa dal portale,da un singolare acquirente:i”Bambini di Satana”.

E così la sprovveduta venditrice si ritrovò con un pugno di mosche,non solo non guadagnò un solo centesimo,ma si vide anche confiscare la macabra reliquia,in compenso potè ritenersi fortunata visto che non subì alcuna denuncia da parte della polizia.


Rimanendo in tema di scheletri,ancora un piccolo articolo di un paio d'anni fa :

Una donna di 62 anni e la sua amica di 63,entrambe residenti in Italia,vennero fermate all'aeroporto di Monaco di Baviera,dopo che gli addetti alla sicurezza e al controllo dei bagagli rinvennero un teschio umano ed altre ossa sigillate in un sacchetto di plastica nel loro bagaglio a mano.

Le donne erano in viaggio verso l'Italia dal Brasile,e interrogate in merito una di loro dichiarò che stava semplicemente cercando di realizzare l'ultimo desiderio di suo fratello - che morì 11 anni fa a Sao Paulo,Brasile - di essere sepolto in Italia.

Mostrarono anche la documentazione rilasciata dalle autorità brasiliane per l'insolito trasporto,e alla fine autorizzate a proseguire verso la loro meta finale,Napoli.

ref:http://slumz.boxden.com





Nessun commento:

Loading...