5 giugno 2010

UN PACCO SPECIALE

Chi sa che tipo di avventure ci attendono nell'aldilà?

Questo avrà sicuramente pensato Mark Arabia titolare del Philly Pet Shop,un negozio di animali di Philadelphia in trepidante attesa di un carico di pesci tropicali e di acqua salata,che dopo aver perso inutilmente una serata ed un'altra mezza giornata in aereoporto per disguidi causati dagli addetti alla movimentazione dei bagagli dell'U.S. Airways,finalmente potè far ritorno con il prezioso carico esotico,ma che di esotico in realtà aveva ben poco,tanto che uno zombie avrebbe fatto salti di gioia.

Dopo il ritorno al suo negozio,scoprì scioccato che non si trattava del prezioso carico tanto atteso,infatti da una bolla di accompagnamento posta sul voluminoso pacco si leggeva "resti umani" e l' indirizzo di un'impresa di pompe funebri.

Il voluminoso collo,in realtà conteneva una bara di legno avvolta nel cartone,con all'interno il corpo di Jon Kenoyer un californiano di 60 anni morto di Alzheimer qualche settimana prima nella sua casa di Santee,California,secondo quanto dichiarato dalla sua famiglia,il corpo era stato donato per volontà del defunto e spedito alla Lifequest una società di ricerca medica di Allentown,
Pennsylvania, distante da loro circa 70 km.,per contribuire nella ricerca del morbo di Alzheimer.


Alcuni minuti dopo,ricevette una frenetica e-mail dalla US Airways:
"Purtroppo, oggi c'è stato un mix sfortunato alla struttura Cargo Airways U.S.dell'aereoporto internazionale di Philadelphia.Il mix si è verificato a causa di un problema di trasmissione tra l'addetto alle consegne ed il rappresentante del carico.Stiamo lavorando per correggere la situazione e siamo profondamente dispiaciuti per le conseguenze che ciò ha comportato".

"Invece di pesce,ci hanno inviato una persona morta" disse Mark,che dopo diverse ore riuscì poi a capire cosa fosse successo con l'aiuto della polizia e risolvere così il bizzarro mix-up.

"All'inizio,ero completamente scioccata quando ho ricevuto la telefonata " raccontò Mary la vedova di Kenoyer :"Poi ho cominciato a ridere un pò quando ho riattaccato il telefono.Jon era un burlone,noto per i suoi scherzi e ho pensato,sta tirando l'ultimo dei suoi scherzi a tutti noi”.

Una volta che la ricerca sul suo corpo sarà completa,i resti di Jon Kenoyer saranno cremati e inviati alla sua famiglia.

“Dopo questa disavventura,non posso che sperare in una cosa”,disse ancora la moglie "Speriamo che non sbaglino con la spedizione delle sue ceneri".

Ironia della sorte,Jon Kenoyer lavorò tutta la vita come postino e odiava volare,e la sua famiglia ridacchiò per il fatto che un disguido del genere fosse successo propio a lui ex-postino.

Alla fine il corpo proseguì per la sua destinazione finale,mentre il prezioso carico di pesce esotico si ritiene che non sia sopravvissuto.


Nessun commento:

Loading...