3 maggio 2010

UN MARITO A QUATTRO ZAMPE

Nel momento in cui sentiamo la parola nozze o matrimonio,tendiamo a pensare in termini di rapporto coniugale,ma che non sembra essere nel caso in ispecie.

In questa foto,vediamo Karnamoni Handsa con il marito,no,non è il signore accovacciato sulla destra,il signore sulla destra è suo padre che abbraccia Bacchan suo genero.Ora,prima di pensare che queste persone siano strane e diverse da noi,occorre dire che secondo diffuse e radicate superstizioni soprattutto nelle zone rurali,dove l'alfabetizzazione è praticamente inesistente,Karnamoni Handsa questa bambina di 9 anni della tribù dei Santhal Khanya nello stato orientale del Bengala,nel remoto villaggio di Khanyhan,a circa 60 km da Calcutta,dovette sposare in fretta un cane randagio come parte di un rituale per scongiurare un "maleficio" e rompere quindi "l'incantesimo malvagio" .
Infatti,per un'adolescente avere un dente radicato nella sua gengiva superiore,è un cattivo presagio,un segno evidente che nel prossimo futuro sarebbe stata mangiata da una tigre o qualcosa del genere.

Il padre della ragazza,Baburam Handsa un povero mezzadro,non poteva permettersi la spesa di far sposare la figlia con un ragazzo,così ha risparmiato optando come sposo su di un cane randagio,secondo la tradizione

La buona notizia è che questa non sia stata altro che una finta cerimonia,un modo di esorcizzare gli spiriti del male e tenerli lontani e la coppia non devette consumare il matrimonio.Matrimonio che non avrà ripercussioni sulla vita della ragazza,che sarà libera di sposarsi un domani senza bisogno di divorziare dal cane.

Questo accadde nel 2003.Più di recente,in un periodo di forte siccità e per propiziarsi gli dèi della pioggia,due ragazze sposarono il loro principe azzurro:"Quel giorno,Vigneswari e Masiakanni indossavano il tradizionale sari nuziale indiano e gioielli d'oro in un doppio e suntuoso matrimonio nella loro casa nel remoto villaggio nel Tamil Nadu".

Ma chi erano i fortunati sposi che meritarono un tale suntuoso matrimonio? Due ragazzi benestanti ? Noo...ma al contrario due rane reali,che poche ore dopo il matrimonio furono gettate in uno stagno,ritornando nel loro habitat naturale.

Al governo indiano tutto ciò non piace,ritenendole tradizioni "ignoranti".Secondo il Prof. VS Uppadhyah un'antropologo locale presso il Ranchi University:"Questo è ciò che gli antropologi chiamano "animismo",ci sono decine di esempi di matrimoni nei clan tribali indiani tra esseri umani ed oggetti,alberi,cani ed altri animali,in quanto la loro vita è strettamente legata agli elementi".





Nessun commento:

Loading...