27 gennaio 2010

IL MUSEO ZACH & MERCER

Ogni folklore ideo' i propi rimedi al vampirismo,tra cui l’uso di varie armi come proiettili d'argento taglienti e perforanti,l’aglio come blanda misura precauzionale,ed altri intrugli;

Secondo alcuni esperti,tali kit furono regolarmente venduti a persone che viaggiarono in Europa nei secoli 18° e 19°,ma altri sono stati prodotti nei primi anni 20,molto probabilmente per capitalizzare l'interesse creato dalla pubblicazione del romanzo di Bram Stoker "Dracula";

Purtroppo,l'unico oggetto che spicca singolarmente in bella mostra come un pezzo di storia e donato al museo nel 1989,si è rivelato in seguito essere una beffa,un grande falso assemblato nel 1920;

Uno stralcio dei test cui venne sottoposto il kit;

Ora se una persona a quei tempi fosse entrata in contatto con quella particolare manifestazione del male nota come Vampiro,questo kit sarebbe stato completamente inutile.Infatti,dopo essere stato inviato ad un laboratorio per le prove,si è scoperto che i proiettili d'argento erano in realtà in peltro ed il cosiddetto "crocifisso d'avorio" è in realtà semplicemente placcato in madreperla!;

Il tutto accompagnato dalla solita etichetta dei componenti,che poi sarà la stessa per tutti i kit che di seguito saranno presentati,a firma del discusso Prof.Ernst Blomberg e Nicholas Plomdeur :

"Questa scatola contiene gli elementi ritenuti necessari per la tutela delle persone che viaggiano in alcuni paesi poco conosciuti dell' Europa orientale, dove la popolazione è afflitta da particolari manifestazioni del male conosciute come il Vampiro.Il Prof.Ernst Blomberg rispettosamente chiede che l'acquirente di questo kit,studi attentamente le istruzioni allegate,affinchè in caso di evidenti manifestazioni del male,egli possa reagire a loro in maniera efficiente.Il Professore Blomberg intende rivolgere il suo sincero grazie al ben noto armaiolo di Liegi, Nicholas Plomdeur per l'aiuto nella preparazione dei pezzi speciali,quali proiettili d'argento ed altro".

(1) Un sistema efficiente di pistola con la sue solite munizioni.
(2) Proiettili d'argento.
(3) Un crocifisso d'avorio.
(4) Polvere di fiori di gaelie.
(5) Un palo di legno.
(6) Nuovo siero del prof.Blomberg.

Le prove di laboratorio stabilirono inoltre,che le etichette contenevano "agenti fluorescenti ottici",che sono stati introdotti nel 1945 circa per la fabbricazione della carta,che la lente in vetro è moderna,come l'adesivo utilizzato per incollare il finto avorio alla croce;

Alcuni elementi che compongono la vasta collezione del Museo Zach & Mercer

www.mercermuseum.org/








Nessun commento:

Loading...