3 novembre 2010

UN SOUVENIR PARTICOLARE

Ci sono voluti cinque lunghi mesi ad una signora ceca,per scoprire la ragione del suo dolore,i medici si dimenticarono di ritirare uno strumento simile ad una spatola chirurgica in seguito ad un'intervento di chirurgia ginecologica.

Strumento che a ben vedere non è poi tanto piccolo...Voglio dire,è un bel pò più grande di un cucchiaio di plastica o di una piantina d'abete,ed è un bel pò più metallico di alcuni ferri da maglia,quindi non vedo come sia sfuggito.


Zdenka Kopeckova  di 66 anni,lamentò  più volte forti dolori addominali in seguito ad un'operazione ginecologica a cui si era sottoposta in un'ospedale nella città sudorientale di Ivančice.

Ma è stato solo in seguito,che altri medici scoprirono che i loro colleghi aveva dimenticato di rimuovere lo strumento.


La donna,intervistata dall'emittente TV CT24 news,chiese di essere risarcita per l'errore,
affermando che il personale medico inizialmente cercò di coprire l'errore asserendo che non c'era nulla che potessero fare,ma consigliandole in caso di forti dolori di assumere antidolorifici tipo Paralen e Ibalgin.
 

"Dissi più volte al capo-chirurgo che se non avessi avuto dolore non mi sarei lamentata,io non sono una ipocondriaca", aggiungendo di aver richiesto una radiografia,ma le risposero che sarebbe stata una inutile esposizione alle radiazioni.

Il capo chirurgo Ales Skopal che la operò espresse le sue scuse,aggiungendo che responsabile era l'infermiera che si occupava degli strumenti durante e dopo l'intervento.

Per Jaromir Hrubeš,direttore dell'ospedale di Ivančice,erano sati commessi "una serie di fallimenti ed omissioni individuali".


"Non esiste documentazione ne un'elenco degli strumenti utilizzati,come non si sa per quale motivo il responsabile non abbia denunciato la mancanza dell'oggetto mancante".
I provvedimenti disciplinari scattarono immediatamente a carico dei membri dell'equipe chirurgica,con le dimissioni del capo chirurgo,ed una sospensione dallo stipendio nei confronti del'infermiera addetta alla sutura e dell'infermiera addetta alla sterilizzazione degli strumenti che avrebbe dovuto notare l'errore,rei di non aver seguito e rispettato le rigorose procedure.

Nel mese di febbraio di quest'anno,lo strumento venne rimosso con successo,questa volta però presso un'altro ospedale.....

Ref:http://www.blesk.cz






Nessun commento:

Loading...