5 agosto 2010

SMS AL DEFUNTO MARITO

Incredibile,una vedova di 65 anni Toshiko Fukuda,di Amagasaki,nella prefettura di Hyogo,in Giappone,ha perso il marito a causa dell'amianto il 17 aprile dello scorso anno.All'uomo,venne diagnosticato un mesotelioma nel 2006,probabilmente preso nella fabbrica di tubi d'acciaio dove lavorava,tanto che alla fine la malattia distrusse i suoi polmoni e lo lasciò con allucinazioni per il resto dei suoi giorni.

Scioccata,la vedova Fukuda iniziò l'invio di messaggi di testo al defunto consorte ogni volta che pensava a qualcosa che voleva dirgli,come per esempio un messaggio di testo che inviò lo scorso 26 aprile in cui si legge:"Non potrei vivere se non pensavo che tu fossi ancora accanto a me.Io non posso vivere [senza di te] Piango ogni giorno." “Perché devi essere all'interno di una piccola urna urna?”.

Ogni volta che ha inviato un messaggio,Toshiko lo ha salvato sul telefono cellulare del marito,che non si è mai dimenticata di caricare,e che conserva in un santuario di casa sua dedicato al suo sposo,come è usanza di molti giapponesi mantenere nella loro casa per onorare i parenti defunti.

Ora,per esprimere il suo dolore,sta pubblicando un libro intitolato :“Job Transfer to Heaven Without Family–I Wanted to Be With You Longer”,in cui sono raccolti i messaggi di testo inviati al suo amato,dopo la sua morte.

"Spero che questo libro possa approfondire la comprensione della gente sulle malattie legate all'amianto e ad aiutare a portare ad una diagnosi precoce ed ad una cura" affermò.

Nessun commento:

Loading...