26 agosto 2010

LA SANTA VERGINE BARBUTA

La leggenda è antica e quasi sempre identica,nata per lo più nella seconda metà del terzo o la prima metà del 4 ° secolo,la cui venerazione ebbe origine in Portogallo fino al 1200,come protettrice di donne con problemi sessuali,in particolare problemi connessi con il parto.  

Kümmernis che visse tra il 700 ed il 1000 dc.,era una giovane,bella (e ricca) adolescente,che la Chiesa negli anni successivi vide come una ragazza di elevati principi morali,settima figlia di un re pagano del Portogallo,un'uomo tirannico noto per la sua crudeltà e rozzezza,che l'aveva promessa in sposa ad un re pagano suo alleato (in alcune versioni il re di Sicilia,che potrebbe o non potrebbe essere stato un moro e non un re).

Certo,lei non ne era innamorata e inorridì quando seppe di andare in sposa ad un re saraceno della Sicilia.

Kümmernis,volle restare fedele alla sua fede cristiana ed aveva già fatto voto di castità promettendo di dare la sua vita ed il suo cuore a Dio e non all'uomo.Alcune versioni della leggenda,suggeriscono che ricevette lascive attenzioni dal padre incestuoso.

Naturalmente questi,non riusciva a capire le sue motivazioni,e per costringerla a sposarsi la rinchiuse in un carcere.
 

Qualunque sia la versione,tuttavia,"al fine di preservare la sua verginità" e per evitare il matrimonio,dal fondo della sua prigione Kümmernis pregò Dio di aiutarla,affinchè la salvasse da un destino peggiore della morte .. “supplicò che fosse privata di ogni bellezza tanto che così nessun uomo potesse sposarla".
 

Durante la prigionia,sopportò il suo digiuno ascetico,come espressione di amore verso Dio,che in risposta alle sue preghiere gli concesse la grazia,tanto che quando vennero a prenderla trovarono che tutta la sua bellezza era svanita,trasformata in un corpo peloso ed il viso coperto di lunghi peli come la barba di un uomo.

Quando il padre infuriato vide i cambiamenti le chiese cosa fosse accaduto.E gli rispose,che Colui che lei adorava l'aveva cambiata in modo da salvarla dallo sposare il re pagano dopo avergli giurato di essere solo sua sposa.

 «Allora morirai come colui che adori", il padre le rispose. Ella umilmente rispose che il desiderio maggiore era morire così avrebbe potuto essere unita con lui.
 
E mentre suo padre  con il sostegno e l'incoraggiamento della sua famiglia e delle altre sorelle la crocifiggeva,sulla croce pregava che chi avesse ricordato la sua passione sarebbe stato liberato dai suoi dolori e problemi - da qui il nome Uncumber e Liberata -.


In seguito,il culto divenne estremamente popolare nei secoli XV e XVI e venerata con una serie di altri nomi diversi in tutta Europa :

S.Wilgefortis,il cui nome potrebbe derivare dal latino "Virgo Fortis" (vergine ferma e forte),
Saint Carità Comera,Cumerana;Dignefortis,Eutropia,Hulpe,Komina,Liberatrix,Reginfledis;
San Lisvrade in Guascogna;San Ontkommena nei Paesi Bassi,Ontcommene,Ontcommer o Ontcomera,venerata e conosciuta ancora come S.Liberata in Italia,S.Livrade in Francia e S.Librada in Spagna - come "liberatrice" dalle tribolazioni o dai mariti -.

In Inghilterra fu venerata come San Uncumber,la :” fuggitiva” ,intesa come la donna che resistette con forza e dolore alle pressioni di un marito ed un padre crudele,una statua fu eretta in suo onore nel Billingsgate,dove era consuetudine offrire una ciotola di avena alla santa che veniva invocata particolarmente dalle mogli che avevano problemi e volevano liberarsi di mariti oppressivi e crudeli o da corteggiatori fastidiosi:"affinchè fornisse un cavallo che lo portasse diritto al diavolo ….”

In parte della Germania,era conosciuta come San Kümmernis che deriva da "Kummer",sempre volendo sottointendere "il sacro dolore e la tristezza",la sua anoressia e conseguente perdita di peso e delle sue forme femminili nella lunga prigionia,la portarono ad essere considerata una santa che aveva cambiato sesso diventando uomo.
 
St.Wilgeforte venne per molti secoli venerata come una presunta "Beata Vergine"  non canonizzata come santa,a cui venne dedicato un giorno di festa nel Martirologio Romano,il 20 luglio come la vergine martire S.Liberata,fino a quando purtroppo,il suo "culto" fu soppresso  dal Concilio Vaticano II nel 1969 e rimossa dalla lista dei santi.  

In Francia,ancora oggi esistono diverse rappresentazioni di Saint Wilgefortis,come questa conservata presso la  Chiesa di Wissages,a Pas de Calais.



Un'altra rappresentazione di St.Wilgefortis,è conservata nella Cappella della Madonna Addolorata presso il Santuario di Loreta a Praga,Repubblica Ceca.
 


St Wilgefortis rimase popolare nel Nord d'Inghilterra fino al termine del periodo gotico,vi è una scultura particolarmente attraente nella Cappella di Enrico VII nell'Abbazia di Westminster di una bella Wilgefortis in piedi,con la barba molto lunga che che sorregge una croce.

E 'strano,che a quel tempo,vi sia stata una diffusione improvvisa della leggenda della santa vergine,a meno che Wilgefortis non sia stata una santa con molti nomi,o al contrario si sia trattato di molte ragazze con nomi diversi,ma con storie e con la stessa malattia simile in tutta Europa.

Ref:http://www.beyond-the-pale.co.uk/beards.htm

Protected by CopyrightSpot

Nessun commento:

Loading...