2 luglio 2010

MULTATO PER AVER FATTO SESSO CON UN CADAVERE

Bacchus Roopram di 20 anni,soprannominato "Toe Toe",un'operaio addetto alla raccolta dei rifiuti,dopo aver inizialmente negato,si dichiarò colpevole davanti al magistrato Adela Nagamootoo del New Amsterdam Court,di esumazione illegale del cadavere di Sumintra Shaw Narayan e per aver commesso atti di necrofilia.

La donna di 75 anni,era deceduta il 1marzo c.a.poche ore dopo essere stata ricoverata all'Amsterdam Hospital,fu sepolta il successivo 5 marzo nel cimitero di Reliance,in Berbice.

Il giorno dopo,il figlio della donna Badranauth Narayan di 44 anni,dichiarò agli investigatori di aver ricevuto una telefonata che qualcuno aveva fatto irruzione nella tomba della madre.

Arrivato al cimitero,trovò il cadavere della donna nudo con le gambe divaricate e quello che sembrava sperma nella zona vaginale,c'erano anche segni di morsi sul corpo e le gambe sembravano come fossero rotte.

Si appurò in breve che nella notte tra il 5 ed il 6 marzo,Roopram Bacchus,fece irruzione nella tomba dove Sumintra Narayan che era stata anche una sua vicina di casa era stata sepolta poche ore prima.Tirò fuori la bara e rimosse il corpo ed ebbe un rapporto sessuale con il cadavere.Bruciò poi la cassa e l'abbigliamento della donna,non solo ma rubò anche la valuta ed i gioielli riposti all'interno ed una banconota da due dollari che i parenti le avevano messo nella mano,com'è consuetudine nei riti di sepoltura indù.

Sulla base di una relazione,l'uomo aveva partecipato ai funerali della defunta aiutando i parenti nella sua tumulazione, testimoni oculari riferirono di averlo notato nelle vicinanze già il venerdì sera,un barista di un locale nei pressi del cimitero disse loro che un presunto malato di mente di 22 anni,si presentò al suo negozio la sera stessa sporco di polvere e di detriti di cemento e ordinò una birra pagando con due dollari USA.

I parenti grazie all'aiuto di altre persone la stessa notte lo fecero arrestare,tuttavia,ciò non fu prima di averlo pesantemente picchiato,consegnandolo poi alla stazione di polizia,a sua discolpa affermò di aver ricevuto il denaro dalla madre,che vive all'estero.

Rischiando una possibile condanna a 5 anni di carcere,davanti alla corte fece atto di pentimento dicendosi dispiaciuto per l'accaduto,ammise di avere problemi con l'alcool ma di non bere più,
pregò il magistrato di comminargli una multa,ma di non mandarlo in prigione.

La Corte ordinò una valutazione psichiatrica dell'imputato,per evidenti e manifesti problemi psicologici,ed il pubblico ministero rappresentò in seguito che l'imputato esaminato presso l' Ospedale Psichiatrico di Canje Fort,era da considerarsi "in forma e sano di mente".

Il giudice lo multò di $ 200,in alternativa avrebbe scontato un'anno di carcere,se non avesse pagato la multa.

Una semplice multa per aver fatto sesso con un cadavere? purtroppo in molti stati il reato di Necrofilia non è neanche richiamato o previsto dal Cod.Penale;



Nessun commento:

Loading...