13 luglio 2010

BARONESSA SIDONIA DE BARCSY

La Baronessa Sidonia de Barcsy,nacque nell'odierna Budapest il 1° marzo 1866,era da ritenersi una doppia rarità nel mondo dello spettacolo:primo perchè era geneticamente una donna barbuta,e secondo perchè a differenza di molti altri artisti del circo,era un vero membro dell'aristocrazia ungherese,infatti,suo marito era il barone Anton de Barcsy.

Crebbe come una ragazza normale fino all'età di diciannove anni,quando,la bella e formosa Sidonia venne corteggiata da un giovane ufficiale di cavalleria,il barone Anton de Barcsy,che alla fine la sposò.

Diversamente dalle altre donne nate con la barba,a lei crebbe dopo la nascita del figlio,infatti dodici giorni dopo la nascita di Nicu,avvenuta il 28 febbraio 1885,Sidonia notò il formarsi di una peluria lanuginosa sul mento e sulle sue guance,fu una crescita così rapida che trasformò in breve il suo bel viso con una peluria color castano,tutto ciò era in diretto contrasto con lo stentato sviluppo di suo figlio Nicu,che anche se perfettamente proporzionato e apparentemente sano,alla nascita pesava meno di due chili e mezzo.

Turbata dalla dimensioni di Nicu e dalla sua folta barba,Sidonia ben presto iniziò ad avere problemi di depressione, tanto che il suo medico ordinò che tutti gli specchi fossero rimossi dalla sua casa,onde non si spaventasse a morte alla vista del suo viso peloso.Fù così,che il Barone de Barcsy fu costretto ad accettare che non solo suo figlio era un nano,ma di essere sposato con una donna barbuta.Anzi,fu così entusiasto di questo suo nuovo look,la barba aveva raggiunto ormai una lunghezza di venti centimetri nel giro di poche settimane,che la minacciò di divorzio se lei si fosse rasata.

Ma la vita e la storia intrigante di questa donna non finisce qui,a causa delle agitazioni che colpirono l'Ungheria sia sul fronte economico che politico,sia per il fatto che in un breve lasso di tempo il Barone de Barcsy aveva perso una grande quantità di denaro in speculazioni in borsa,e sia anche per il fatto che come membro dell'elite militare ben presto si trovò anche nel bel mezzo di lotte politiche nazionali,nel 1890 la famiglia fu costretta a fuggire verso le terre più sicure dell'Europa occidentale.

Senza un soldo,avevano bisogno di trovare un modo per sostenersi,come aristocratici avevano poca esperienza con le attività lucrative,ma il barone capì ben presto che le sfortunate circostanze familiari li avrebbero resi candidati ideali per lavorare nel circo.Come dire che non tutto il male vien per nuocere,trasformando rapidamente la disgrazia in opportunità,non poteva essere altrimenti avendo tutto ciò che un promotore circense poteva sperare da loro :Lei Sidonia,era dopo tutto la madre con la barba di un figlio nano "il più piccolo uomo sulla terra",il barone con i suoi quasi duecento chili,un passabile "Fat Man",fu così che la "De Barcsy Troupe" per quindici anni lavorò in vari circhi e musei d'Europa,ed ebbe un tale successo che ben presto nel 1903 poterono permettersi il lusso di viaggiare e tentare la fortuna anche in America.

Nel 1903,Nicu aveva 18 anni e con orgoglio indossò la croce d'argento ungherese,che lui riteneva come un suo diritto di nascita.Nicu insisteva anche sul fatto di essere presentato come "Capitano".Per tutto il decennio che seguì,la de Barcsy lavorò con la maggior parte dei circhi più noti,tra cui il Ringling Brothers Barnum e Bailey,l'Hagenbeck e il Wallace ed il Campbell Brothers Circus.Forse affascinato dalla loro origine reale,il pubblico americano accolse la de Barcsy ancora più calorosamente di quanto fossero abituati in Europa.Durante i mesi invernali,i de Barcsy vivevano tranquillamente in un'elegante appartamento di New York.

Nel 1912,il barone de Barcsy scomparve,Nicu e sua madre continuarono coraggiosamente senza di lui,ma Sidonia sorprese tutti quando,dopo un breve periodo di lutto,prese un secondo marito,tale Federico Valentino Tischu,anche lui un circense che si presentava come "il Cherokee Buck Man",ma a causa dei suoi cronici problemi finanziari,forse dovuti da debiti di gioco,nel 1914 vendette tutti i bei mobili del suo appartamento di New York,nelle sue disperate ristrettezze finanziarie,Sidonia mise un'annuncio pubblico che diceva:“Trio in cerca di posizione gratificante,
- sofisticata donna barbuta di stirpe regale,con un figlio nano che fa trucchi con le carte e si esibisce con piccoli animali selvatici ed un'uomo indiano,in temporaneo imbarazzo finanziario- richiede un modesto e piccolo anticipo".

L'annuncio venne notato da WH "Bill" Campbell,un nipote dei fratelli Campbell per il quale la de Barcsy aveva lavorato in tempi più felici,che iscrisse i tre nel suo circo itinerante.

Con i primi soldi,acquistò un terreno dove costruì una casa di mattoni sulla strada principale di Drummond.Il trio,
continuò
a lavorare in piccoli e grandi circhi,tuttavia,il diabete aveva iniziato a minare la salute di Sidonia,tanto che le sue apparizioni divennero meno frequenti.

Nel 1923,era sempre più malata e incapace di lavorare,il marito Buck l'abbandonò per andarsene con una giovane vedova circense Dolletta Boykin,una donna nana,soprannominata "la più piccola mamma del mondo".
Anche quando andò in pensione Sidonia rifiutò di sbarazzarsi della sua brizzolata barba,dicendo alla gente:"Dio mi ha inviato questa barba ed io non la tolgo".

Si spense nella sua casa di Drummond il 19 ottobre 1925 a 59 anni a causa del suo diabete e le complicazioni di un'influenza,i suoi resti furono tumulati in una cripta del cimitero di New York accanto a quelli del barone.

Nicu rimasto solo,continuò a lavorare per molti anni dopo la morte di sua madre,per poi ritirarsi nella casa di Drummond nel 1937.Qui,sbarcava il lunario chiedendo ai i turisti quindici centesimi per vedere il suo cane addestrato a fumare la pipa,ma alla fine sopraffatto da problemi finanziari fu costretto a chiedere l'assistenza pubblica,tutto ciò appariva particolarmente ironico,alla luce delle dichiarazioni di sua madre che aveva confidato a molte persone che lui stesso era un barone,Nicu avrebbe dovuto giustamente condividere il patrimonio considerevole di uno zio,
ereditando in Ungheria, immobili per un controvalore pari a
40
milioni di dollari,ma un'incendio nel circo nell'Illinois alcuni anni prima aveva distrutto i documenti comprovanti la sua primogenitura.

Nei suoi ultimi anni,dopo frequenti ospedalizzazioni la sua salute peggiorò per continui problemi ai reni,segregandolo
su di una sedia a rotelle,ed alcuni suoi amici lo convinsero ad entrare in una casa di cura a Enid.La sua casa ormai in un completo stato di abbandono,fu venduta all'asta per coprire le sue spese mediche,per molto meno di quello che l'aveva pagata mezzo secolo prima sua madre Sidonia.

Si spense in una casa di riposo nel mese di agosto del 1976,all'età di novantuno anni.Nella vita,aveva sempre insistito di essere trattato come un'uomo,non come un bambino,fu così sepolto in una cassa da adulto in miniatura costruita su misura,invece che in una bara per bambini.Gli avventori e i pochi amici di un bar locale che era solito frequentare
fecero una colletta per pagare le spese di sepoltura nel cimitero di Del Norte,e sulla sua lapide riportarono una dedica:"Baron Nicu
Capitain de
Barcsy,the Smallest Perfect Man on Earth".(Barone
Nicu
Capitano
de Barcsy,
il più
piccolo perfetto
uomo sulla
terra)




1 commento:

Anonimo ha detto...

My family knew Nicu. My grandfather was the only doctor in Drummond, Oklahoma in the USA.

Susan Beren
San Francisco
California
USA

Loading...