23 aprile 2010

UNA MOGLIE A QUATTRO ZAMPE

Un'uomo indiano per espiare i peccati di cui si era macchiato,sposò un cane randagio in una tradizionale cerimonia indù svoltasi in un tempio a Manamadurai,nel Tamil Nadu,una provincia del sud dell'India;

P. Selvakumar di 33 anni,il neo-sposo,quindici anni fa uccise due cani randagi e da quel giorno la sua salute peggiorò al punto che le sue gambe e le mani rimasero paralizzate,perdendo inoltre l' udito da un'orecchio.Un'astrologo gli disse allora di sposare un cane per cancellare le colpe del passato e per allontanare le maledizioni e le malattie e cosi' fù....!!!!


La “sposa” è stata scelta dai familiari,un cane randagio di quattro anni salvato dalla strada,
battezzata per l'occasione con il nome di Selvi,che dopo aver pulito a dovere e vestita a festa,
condussero all’altare.Lo sposo durante la cerimonia a cui parteciparono circa 200 invitati,cinse il
collo della sua “amata” con la tradizionale mangalsutra,una collana di solito indossata dalle donne indiane nel giorno delle nozze.

Per quanto possano apparire insoliti,simili eventi in India sono molto comuni,un'intreccio di profonda fede e radicata superstizione con cui si cerca di purificarsi o si crede di esorcizzare ed allontanare il male.Tuttavia,non si tratta dell'unico caso di persone salite agli onori della cronaca per aver avuto rapporti romantici con degli animali.

L'anno scorso ad esempio,un'uomo sudanese è stato costretto a sposare una capra dopo che gli anziani del villaggio scoprirono che aveva avuto rapporti sessuali con lei,purtroppo la capra morì qualche giorno dopo.

Guardate l'espressione sul viso della sposa ... lei sembra più disgustata dello sposo!


Nessun commento:

Loading...