31 marzo 2010

MORIRE PER ESSERE VERDE

Essere morti non è più una scusa per non alzarsi e fare la propia parte per aiutare l'ambiente.

Secondo Roger Short,biologo presso l'Università di Melbourne,la cremazione di un corpo di media grandezza comporta l'emissione di poco più di 50 kg. di anidride carbonica (CO2) ad effetto serra nell'aria;Questo potrebbe non sembrare una somma significativa,ma moltiplicando 50 kg per il numero di persone cremate in tutto il mondo,significa cominciare a guardare le cose in maniera piu' preoccupante;

E questa cifra,non tiene neanche conto della quantità di combustibile utilizzato per aumentare la temperatura dei forni crematori,necessaria per consumare pienamente i resti umani.Inoltre,non tiene conto dell'anidride carbonica liberata dalle bare bruciate,si aggiunga poi che la "glutaraldeide e la formaldeide" usati normalmente per l'imbalsamazione,stiano causando grandi problemi sia all'atmosfera che alle falde acquifere sotterranee;

Kevin Hartley della White Knight Funerali di Adelaide,ha proposto un concetto innovativo di una bara biodegradabile nella sua conclusione più logica e rispettosa dell'ambiente e farla del tutto finita con casse di vario genere.Il corpo viene avvolto prima in morbido cotone,poi in una membrana impermeabile biodegradabile ed infine in un sudario di iuta;

Ecco allora che nel tentativo di migliorare anche il rapporto costi-benefici delle sepolture,qualche anno fa prese avvio in prima mondiale a Derrinallum circa 125 miglia a sud-ovest di Melbourne (Australia),il primo cimitero che senza fronzoli fornisce a basso costo,una sepoltura ecologicamente sostenibile e compatibile con l'ambiente in un foro verticale piuttosto che in uno orizzontale;

Secondo Tony Dupleix,amministratore delegato della Palacom,"Qui non si bruciano 90 litri di gas che normalmente servono per cremare un corpo,l'iniziativa ha riscosso molto successo ed interesse da parte di coloro che, dopo aver cercato di ridurre le emissioni di carbonio nella vita,hanno voluto continuare a farlo da morte".

''La maggior parte delle persone,sono attratte dalla semplicità del progetto e dal concetto di essere molto più in contatto con la natura'',ha detto.

Alcune persone avevano già pre-pagato il servizio per il loro funerale alla società che permette a basso costo ed in maniera molto semplice le prenotazioni ed il pagamento online;


L'attuale costo di una sepoltura in posizione verticale a 2.750 dollari è solo la metà del costo di una sepoltura tradizionale che si aggira circa sui $ 7000.Non vi è alcun bara,solo il corpo in una sacca biodegradabile che viene calato in piedi in un foro cilindrico di circa 70 centimetri di larghezza a tre metri di profondità,un metodo di sepoltura che produce anidride carbonica di gran lunga inferiore a quello di una normale sepoltura.


Il cimitero o meglio dire l'appezzamento agricolo di circa quattro ettari,si trova nella quiete della campagna all'ombra del Monte Elefante,ha la capacità di accogliere circa 40.000 corpi,e sara' tenuto in uno stato naturale senza lapidi o giardini,riducendo cosi' i costi di manutenzione,per ogni corpo verrà piantato un'albero sulle pendici del monte Elefante per compensare le basse emissioni di carbonio.Piuttosto che una lapide sopra ogni corpo,i nomi dei sepolti saranno incisi su di un'unica parete memoriale;

Le famiglie e gli amici,potranno visitare il sito e con l'uso di co-ordinate individuare l'esatta ubicazione della tomba dei loro cari,ed una volta esaurita la capienza sarà riconvertito in terreno da pascolo;

Cenere alla cenere o come fertilizzante? in piedi per l'eternita' questa è la vita!!

Nessun commento:

Loading...