2 febbraio 2010

NECROFILIA A WANZE

Per Necrofilia,chiamata anche thanatophilia e necrolagnia,si intende un'attrazione sessuale per i cadaveri,secondo gli esperti si tratta di un fenomeno “estremamente raro”,difficilmente immaginabile,tuttavia esiste....

La prova,ci viene fornita da questa ulteriore sordida storia di cui sono state fornite scarne notizie,storia che prese avvio nel mese di ottobre 2009,quando un'uomo di circa 30 anni che viveva in un'appartamento nei pressi del cimitero di La Buissière a Huy(Belgio),venne arrestato a seguito di una denuncia dei suoi genitori;

In base alle poche notizie rilasciate dagli avvocati dell'indagato,circa tre anni fa avrebbe disotterrato il corpo di un'uomo morto nel 1888 ed il cadavere di un bambino della stessa epoca,il cui stato di conservazione era paragonabile a quello di una mummia.L'uomo,di notte e a piu' riprese,servendosi di un furgone,avrebbe trafugato i corpi con le loro bare e altre ossa,"nascondendoli" poi in un controsoffitto del suo appartamento a Huy,per poi in seguito a distanza di anni, smaltirne gli scheletri nel pozzo di una vicina miniera di carbone abbandonata del secolo scorso,situata in un bosco sulle alture del villaggio di Antheit nel comune di Wanze;

Sospettato di atti di nécrophilia e nécrophagia,su richiesta dell'autorità giudiziaria è stato arrestato e rinchiuso presso la sezione psichiatrica del carcere di Namur;

Secondo quanto diramato dall'autorità giudiziaria di Huy,le ricerche sono state estese oltre che nella casa del sospettato e dei suoi genitori,anche nella miniera di carbone abbandonata dove una squadra specializzata dei vigili del fuoco di Huy avrebbe trovato all'interno di sacchetti di plastica,parti di due scheletri e due teschi;

L'indagato,nel corso dell'interrogatorio dichiaro' di aveva dissotterrato i cadaveri per sentirsi meno solo...l'inchiesta continua;

Nessun commento:

Loading...