27 maggio 2010

IL FUMO UCCIDE?

"SMOKING KILLED ME"

L'ultimo desiderio di un'accanito fumatore si compì,quando il carro funebre sfilando per le vie cittadine si diresse al cimitero di St Mary's,a Dover,luogo di riposo finale di Albert Whittamore,morto all'età di 85 anni il 16 febbraio scorso al William Harvey Hospital di Ashford a seguito di un enfisema polmonare di cui soffrì per molti anni,e che attribuì alla sua dipendenza dal tabacco ancora in giovane età.

Durante il tragitto,molti passanti si fermavano a guardare l'insolito spettacolo,non certo il corteo funebre quanto al fatto che su ciascun lato della bara e dietro si potevano visualizzare dei vistosi cartelli con scritto :"Fumare mi ha ucciso",Dick com'era chiamato dagli amici,come sua ultima richiesta volle usare il suo funerale come un mezzo ed un monito per avvertire la gente ed i giovani sui pericoli del fumo.

Una richiesta insolita per Paul Sullivan,titolare dell'impresa locale di pompe funebri,del resto rispettata anche perchè richiamata nel suo testamento,non solo,cartello da lasciare ben in vista per una settimana anche sulla sua tomba.

Riposi in pace Sig.Dick,però mi scusi,se non avesse fumato non avrebbe vissuto piu' a lungo e si sarebbe ammalato lo stesso,anche se avesse smesso in tempo utile in realtà non avrebbe vissuto più a lungo,ma in confidenza quanti anni ancora si aspettava di vivere?

"Se vi garantissero di poter allegramente assaporare la vostra sigaretta preferita godendo anche degli altri piaceri della vita e di arrivare anche a festeggiare il vostro grandioso 85 ° compleanno,
smettereste di fumare ?".

Se poi andiamo a vedere la storia che segue,i conti non tornano,allora che si fa? ..udite,udite....

Lorna Gobey,questa vivace signora di Cheltenham,(GB) ha festeggiato il suo 100 ° compleanno i primi di Marzo 2010,con la sua inseparabile sigaretta ed altrettanto inseparabile bicchiere di whisky.

''Mi piace il fumo ed un goccio di whisky e ho ancora la passione per giocare ai birilli.Forse è una delle ragioni per cui ho vissuto per tanto tempo.Non ho mai pensato che avrei raggiunto quota 100,io stessa davvero ne sono abbastanza stupita''

Nata nel 1910,da giovane svolse una gran varietà di lavori da addetta alle pulizie,al cucinare, lavorando pure come usciere al cinema Goldmont - in seguito ribattezzata l'Odeon,dove nel fatidico 1940 all'età di 30 anni fumò la sua prima sigaretta,senza aver avuto mai a tutt'oggi alcun problema di salute.

Miss Gobey attribuisce la sua longevità al suo stile di vita allegro e spensierato,cercando di godersi sempre la vita e raccontò che la sua famiglia''non oso'' mai dirle di smettere di fumare.

''Io cerco di andare avanti il più a lungo possibile.Sono capitano della mia squadra di birilli e voglio continuare a giocare” affermò.

Ma la signora Gobey non mostra alcun segno di cedimento,nonostante abbia vissuto due guerre mondiali,tre mariti passati a miglior vita ed innumerevoli governi,ha anche smanettato senza mai un graffio in sella ad una motocicletta fino ai 70 anni.

Giornalmente fuma le sue 20 Sterling Blue Superkings,circa 5 milioni di sigarette (questo potrebbe essere un record) da quando nel lontano 1940 iniziò a fumare.....:

''Questo stile di vita finora non mi ha causato alcun danno o inconveniente,si potrebbe dire che non ho mai seguito il libro delle regole,ma di certo non le cambierò adesso ''.

Certamente,non ha tempo per annoiarsi o per vivere in solitudine,con i suoi 8 figli,una nidiata di 27 nipoti,55 pronipoti e 12 pronipoti-grandi,per il suo compleanno ha cantato e ballato tutta la notte presso il suo Club,in compagnia di amici e della sua numerosa famiglia,godendosi l'immancabile ed onnipresente bicchierino di whisky Jameson,''se chiedi alla gente,ti diranno che tutto fa male" disse.

Per sua figlia Rose di 74 anni e suo figlio Bob di 66 :'' Lei fuma più velocemente rispetto a noi,ama sempre il suo drink,il bingo,suonare l'armonica e andare in giro in auto.''

Moriremo scoppiando di salute?




Nessun commento:

Loading...