27 marzo 2010

E PER TETTO UN CIELO DI STELLE

Strane fantasie o incubi fobici ?

A lei piace il sesso all'aperto e non importa se su una panchina,sul prato o anche su un cofano d'auto,non le importa se è caldo,piove o la temperatura è sotto zero.Questa è la strana storia di Danielle Vincely una giovane ragazza inglese di 24 anni afflitta suo malgrado da una bizzarra fobia sessuale,una particolare forma di claustrofobia che le impedisce di fare sesso in casa come i comuni mortali,ma esclusivamente in spazi aperti.

Tra multe,diffide e scene imbarazzanti questa è la sua storia:

"Alcune persone hanno paura dei ragni,altri delle altezze" - bene - " questa è la mia fobia e stò imparando a convivere con lei meglio che posso " .

"Pensano che sia capricciosa o viziosa nel preferire di fare l'amore sotto le stelle,nei boschi,sulle spiagge,sulle panchine o sui cofani delle auto".

Danielle iniziò a soffrire di questo problema a 18 anni,la prima volta che ebbe un rapporto sessuale in casa con il primo fidanzato;

"Avevo sempre sognato che la mia prima volta sarebbe stata perfetta e romantica,ma ho odiato ogni momento" ricorda "Mi sentivo in preda al panico ed interruppi subito".

"Non è che non ho tentato,ma ogni volta che abbiamo provato è stato un disastro,non posso farlo in casa senza andare fuori di testa.Mi sento assalire dal panico e dalla nausea,come se stessi soffocando e sul punto di svenire,tanto da dovermi bloccare".

"Finché un giorno un po' presi dall'alcol iniziammo ad amoreggiare nel parco e all'improvviso diventò tutto cosi' stupefacente.Non avevo mai avuto un orgasmo prima e quelle sensazioni indescrivibili che provai al contatto di madre natura furono un qualcosa fuori da questo mondo!".

"Anche il sesso sui prati di un bosco con il dolce profumo di pigne è un qualcosa d'irreale"

"Appoggiata ad un' albero poi è troppo bello - ma mi sono graffiata la schiena sulla corteccia un paio di volte! "

La sua strana forma di claustrofobia è la rovina della sua vita sessuale,i partner presto si stancano delle sue richieste di sesso avventuroso sulle spiagge,nei parchi e nei campi di calcio - che le hanno procurato guai con la polizia.Ricorda quando una sera venne arrestata mentre si scatenava nuda in un parco,con un ragazzo che aveva incontrato in un nightclub ore prima.

"Abbiamo ricevuto una diffida per atti indecenti" disse ridendo "Ho pensato che fosse divertente,ma ero mortificata".

Tuttavia queste roccambolesche,originali ed in un primo momento entusiastiche forme di sesso stancarono al fine Lucca il suo primo fidanzato,tanto che dopo otto mesi la loro relazione fini',da allora Danielle ebbe solo un'altro rapporto serio - ma che durò appena cinque mesi - a causa sempre delle sue insolite abitudini.

"Cercai di convincerlo a fare sesso sul tetto piatto della casa dei miei genitori ",racconta Danielle che vive ancora con i suoi,"ma evidentemente è stato troppo per lui e mi lasciò ".

"Pensano che io sia strana,ma ho rinunciato a qualsiasi cura",lei
rifiuta di consultare un medico o di sottoporsi ad una consulenza specialistica,:"Spero proprio di poterne uscire,ho cercato di curarmi con gli antidepressivi,ma
io preferirei continuare il sesso all'aperto piuttosto che diventare dipendente di psico-farmaci ";

Secondo Catherine Townsend nota giornalista nel campo sessuale della rivista Fabulous :"Danielle soffre a causa di un'estremo schok provocato da un partner che la faceva sentire soffocata nella sua prima esperienza sessuale.La cosa migliore da fare è che ricominci ad abituarsi mentalmente al piacevole sesso fatto in casa.Ma ha bisogno di farlo gradatamente,perché più a lungo la situazione va avanti,più difficile sarà risolvere il problema.Nel frattempo ha solo bisogno del supporto di partners che l'aiutino a godere del sesso alle sue condizioni".

che dire,riuscira' Danielle a trovare il Rambo del suo cuore super allenato ed amante della natura ?

fonte:http://www.papky.com/



Nessun commento:

Loading...